Osteopatia comeCura

Osteopatia comeCura

La Cura rappresenta l’ambito più comune in cui si ricorre all’osteopatia. Lo scopo principale è quello di eliminare prontamente il dolore e ripristinare la corretta funzionalità del distretto interessato. La cura è particolarmente indicata a tutti quei soggetti che hanno subìto un trauma fisico importante o lamentano episodi di acutizzazione muscolare e/o rigidità articolare. Inoltre, è indicata anche nelle donne in gravidanza con dolore acuto.

Per la cura del trauma

Esistono vari tipi di eventi traumatici dove il trattamento osteopatico può essere particolarmente specifico ed efficace. I principali traumi possono essere di natura: sportiva, colpi di frusta, post-chirurgica e psico-emotiva.

Il trauma sportivo è strettamente legato alle sollecitazioni funzionali cui la struttura muscoloscheletrica e articolare dell’atleta agonista e non viene ripetutamente sottoposta. Esso può esser causa di strappi e stiramenti muscolari, infiammazioni a carico di tendini e legamenti, blocchi articolari, acutizzazioni muscolari, versamenti ed edemi, rigidità e dolore diffusi a più distretti del corpo, usura e degenerazione articolare. L’osteopatia aiuta a prevenire questa tipologia di disturbi ed è un efficace rimedio nel tempo di recupero degli stessi.

Il colpo di frusta è una tipologia di trauma che può essere responsabile dello sviluppo di molte disfunzioni e dolori, non solo a livello del tratto cervicale stesso ma può coinvolgere più distretti anatomici contemporaneamente e a distanza. Dolori cervicali, lombari, vertigini, acufeni, ipoacusia, disturbi della visione, cefalea, insonnia, stanchezza cronica, parestesie agli arti superiori sono solo alcune delle sue conseguenze. L’osteopatia, tramite tecniche di riequilibrio del sistema muscolare, fasciale, vertebrale e degli annessi articolari, è in grado di poter lavorare nei tessuti più profondi, permettendo all’organismo di ritrovare di nuovo una condizione di equilibrio in poche sedute.

Molto spesso, gli interventi chirurgici possono lasciare a livello dei tessuti degli spiacevoli esiti cicatriziali. Al di là dell’estetica, quest’ultimi, nel tempo e se trascurati, si trasformano in tessuti aderenziali che possono ispessirsi, stratificarsi ed organizzarsi e sviluppare tensioni in profondità in grado di modificare la funzionalità e l’elasticità di tessuti od organi a distanza o limitrofi. Tutto ciò, è sufficiente per modificare il corretto assetto del corpo ed esser causa di alterazioni della postura associate a dolori, fastidi e squilibri. L’osteopata applica tecniche fasciali di rilascio (profondo o superficiale) che sono in grado di ripristinare la fisiologica mobilità nei vari distretti corporei ed eliminando così la causa del dolore.

Quando subiamo un trauma emotivo importante, è bene tener presente che esso non si limita a permanere solamente a livello mentale, ma viene immagazzinato anche a livello cellulare, dalla nostra componente emozionale. Essa può manifestarlo a livello fisico (ad esempio, un lutto, una delusione amorosa, uno stato conflittuale di natura lavorativa) e determinare una particolare influenza nel nostro corpo in toto e a più livelli. Spesso si possono osservare nel soggetto sintomi come: abbassamento del tono dell’umore, dimagrimento, difficoltà dell’attenzione e della concentrazione, produttività limitata, stanchezza cronica, irritabilità, pianto, diminuzione delle difese immunitarie, disagio, malessere. L’osteopata, in questo caso, è utile affinché il nostro corpo possa ritrovare una situazione di equilibrio psico-emotivo. Le tecniche di cui si avvale sono mirate ad eliminare la tensione tissutale e ripristinare la corretta funzionalità delle strutture interessate dal trauma, favorendo la capacità di guarigione del corpo.

Per l’impiegato e il libero professionista

Il trattamento osteopatico, grazie all’affidabilità delle sue tecniche ed alla visione olistica del corpo, ha un campo di applicazione vastissimo che permette di toccare ambiti in cui le altre terapie non hanno successo. I soggetti che praticano lavori sedentari e adottano posture scorrette sono estremamente predisposti a sviluppare dolori e disturbi legati al disuso e, a causa della sedentarietà, anche all’intossicazione. In questo caso, il trattamento osteopatico è particolarmente indicato alla risoluzione di dolori cervicali, lombari, dorsali, lombosciatalgie, tendiniti, blocchi articolari, tensioni muscolari, scoliosi, iperlordosi, ipercifosi, artrosi delle articolazioni, protrusioni, ernie discali, infiammazioni dei tendini della cuffia dei rotatori e periartriti scapolo-omerali, spalla congelata, tunnel carpale, tunnel di Guyon, borsiti, cervico-brachialgie, dolore lombo-sacrale, dolore al coccige, torcicollo.

Per la donna

Per essere in buona salute sono necessarie l’integrità e l’efficienza del nostro sistema di regolazione neurologico, ormonale, circolatorio e della perfetta funzionalità e sinergia di tutte le strutture neuro-muscolo-scheletriche e viscerali. Lo scopo dell’osteopatia è quello di favorire le naturali reazioni biologiche che avvengono all’interno dell’organismo, rimuovendo gli ostacoli che ne perturbano la corretta funzionalità. Nella donna, tensioni della muscolatura e dell’apparato legamentoso uterino possono portare allo sviluppo di dolori sulla porzione anteriore del bacino o rigidità a livello della colonna lombo-sacrale. Altresì, tensioni a livello intestinale invece possono provocare gonfiori, meteorismo, dolori addominali e disturbi o irregolarità all’evacuazione (stipsi). A beneficio della donna, risulta particolarmente interessante l’intervento osteopatico nelle affezioni gineco-urinarie: dolori mestruali, incontinenza urinaria, dolori al basso bacino, cistiti, irregolarità del ciclo mestruale (dismenorrea), incontinenza, dolore alla diuresi o ai rapporti.

Per i lavoratori manovali

Gli sforzi muscolari e gli stress articolari ripetuti, col passare del tempo, causano alle strutture anatomiche (muscoli, ossa, tendini, dischi intervertebrali) una naturale degenerazione che li rende meno elastici e resistenti alle sollecitazioni. Un fenomeno molto frequente, soprattutto in tutti quei soggetti che eseguono lavori pesanti ed deterioranti (asfaltatori, muratori, giardinieri, pasticceri..) o in quei soggetti che subiscono quotidianamente sollecitazioni o microsollecitazioni meccaniche ripetute (autisti di camion, tram, ruspe, magazzinieri), è l’insorgenza più o meno precoce di fastidi seguiti da dolore che portano all’usura. A volte, il dolore può divenire anche parecchio intenso ed invalidante fino a condurre ad episodi acuti e ricorrenti (“colpo della strega”) che si protraggono per giorni, costringendo il soggetto a rimanere allettato. Proprio per questo, è necessario ricorrere all’osteopata: tramite un’attenta ed accurata analisi del problema, egli è in grado di recuperare il corretto equilibrio delle zone maggiormente sollecitate posturalmente, diminuendo il sovraccarico funzionale e la rigidità sulla colonna vertebrale. Questo tipo di terapia, associato ad un lavoro mirato con esercizi di elasticità e rinforzo muscolare specifici, permette al soggetto di poter tornare alla sua attività quotidiana, mantenendo così una buona qualità di vita e curando anche l’aspetto preventivo.

Osteopatia come prevenzione

View more

Osteopatia come benessere

View more